Il PUA del Gruppo Sanimedica (Punto unico ascolto)

Sanimedica è ad oggi una delle poche realtà private autorizzate dalla regione ad effettuare assistenza domiciliare integrata nella Regione Lazio. Per fare questo deve mirare all’eccellenza anche nell’organizzazione del PUA o Punto Unico di Ascolto.

In questo modo con personale competente e formato appositamente è possibile creare un ponte di connessione tra:

  • Famiglie;
  • Professionisti sanitari;
  • L’azienda sanitaria locale.

Il PUA diventa quindi uno strumento indispensabile per poter mantenere alto il livello di competenza e comunicazione del Gruppo su tutto il territorio e così selezionare i reparti di competenza ai quali smistare le domande.

PUA: a cosa serve?

Il Punto Unico di Ascolto nasce con alla base l’idea di fornire un chiaro intento comunicativo, permette al personale Sanimedica di rispondere e orientare i pazienti e i loro caregiver verso le adeguate prestazioni ma serve anche e soprattutto per:

  • Intercettare le richieste e le necessità del paziente;
  • Derimere dubbi e agevolare l’accesso alle prestazioni favorendo l’accesso di ogni singolo paziente.

Il personale che lavora al PUA di Sanimedica è informato e addestrato per fornire tutte le informazioni di prima necessità al paziente e a coloro che se ne occupano.

Il nostro centralino è pensato come un filo comunicativo diretto con le famiglie ed è improntato unicamente alla loro risoluzione efficace e nel più breve tempo possibile. Come diventa possibile questo? Tramite un personale capace di fornire soluzioni rapide e di ottimizzare i tempi delle risposte e delle risorse utilizzate.

Ciò diventa davvero indispensabile nei casi di criticità e permette a tutti le famiglie di far presente problematiche di tipo particolare, necessità e perfino esigenze specifiche. Il nostro PUA deve quindi privilegiare l’ascolto attivo così da riuscire a cogliere l’essenza delle problematiche riscontrate sia di routine che in attimi di criticità.

Il PUA come presidio

Il Centro unico di Ascolto permette ai pazienti di avere un accesso privilegiato durante tutto l’arco delle ventiquattro ore, un modo unico e costante di rimanere in contatto con la struttura; proprio per questo il Punto di Ascolto di Sanimedica ha tra il proprio personale degli esperti psicologici che possono aiutare i caregiver ad affrontare momenti di paura e crisi fornendo le giuste risposte e se necessario far intervenire, immediatamente, l’assistenza.

Un punto di incontro tra:

  • le ASL;
  •  gli operatori specializzati;
  • i pazienti

è necessario per analizzare e accogliere tutte le domande di ingresso e le richieste di assistenza domiciliare integrata; solo così il Gruppo Sanimedica può continuare non solo a crescere ma a mantenere i suoi elevati standard comunicativi mantenendo intatta la sua natura assistenziale anche nella comunicazione diretta e precisa.

Un preciso protocollo

Il punto unico di ascolto agisce secondo precisi protocolli che permettono di gestire tutte le risorse umane sul territorio e di dare giusto spazio alle richieste dalle richieste delle ASL romane mettendo al primo posto il paziente.

Grazie alla sua azione di filtro è possibile garantire la gestione dei bisogni dei nostri pazienti, anche in casi complessi e determinare quando serve l’intervento di più professionalità al loro servizio.

Infine, è compito di questo importante punto nevralgico monitorare e valutare l’esito dei processi di cura avviati presso il domicilio del paziente così da carpirne le criticità e la soddisfazione generale, derimere dubbi o intervenire qualora ve ne fosse bisogno per una migliore e più proficua collaborazione.

Quest’ultimo punto può non sembrare importante; eppure, è solo attraverso la fiducia reciproca e la stima che il paziente e i suoi familiari trovano nel personale medico e sanitario che si può creare un rapporto di fiducia e di collaborazione reciproca.

Conclusione

Come Gruppo Sanimedica abbiamo il dovere di fornire sempre la nostra massima efficienza assistenziale ed è per questo che il nostro centralino è formato per rispondere a ogni richiesta in entrata. Infine, nell’ottica di una continua crescita assistenziale il PUA Sanimedica è pensato per ottimizzare i tempi di risposta e così rendere tutte le famiglie sicure di una presenza costante.